La pulizia del box doccia o per vasche da bagno

vota este artículo vota questo articolo

Come abbiamo commentato in varie occasioni, i box per doccia e vasche da bagno hanno ottenuto parecchio protagonismo nei quarti da bagno. Oggigiorno è difficile entrare in un bagno che non abbia installato un box doccia, visto che sono estremamente operativi e pratici. Installare un box nel bagno offre molteplici vantaggi, principalmente per la comodità e la sicurezza comparato con altri sistemi di ritenzione idrica durante il momento della doccia. Installare una box doccia oggi è una scelta ragionata, anche grazie ai prezzi abbastanza economici che si possono trovare nel contemporaneo che rendono l’ammortizzamento piuttosto rapido, considerando anche che la vita media di questi prodotti è decisamente lunga.

Ovviamente, allo stesso modo degli altri elementi presenti in una casa, anche i box doccia tendono a sporcarsi durante il loro uso. Inoltre l’acqua che usiamo per la doccia contiene cloro e calcare che può arrivare a deteriorare il box a tal punto da necessitare un cambio. Per questo motivo, la pulizia del box doccia è un abitudine molto importante. 

Allora a pulire!

Quando abbiamo un box doccia in casa bisogna stabilire l’uso che se ne fa. Se la usi quotidianamente, se la usa tutta la famiglia, se la usi solamente un paio di volte a settimana etc. Tutti questi fattori, oltre al tempo medio della doccia, influiranno sulla frequenza con la quale dovremmo pulire il nostro box.

como limpiar mampara de baño y ducha

Generalmente parlando, bisognerebbe pulire il bagno una volta al giorno per evitare l’accumulazione di batteri, pero per quanto riguarda il box doccia bisognerebbe farlo almeno una volta a settimana per evitare che le gocce d’acqua rimangono perennemente incise sul nostro cristallo. Un’altra opzione per i più pigri, è comprare un trattamento anticalcare che permette alle gocce d’acqua di scivolare fino in fondo senza lasciare traccia durante il suo percorso.

Per quanto riguarda la pulizia invece, la cosa migliore e comprare un prodotto dedicato nel supermercato. Se però preferite dei prodotti naturali, potete usare dell’aceto dissolto in acqua calda in rapporto metà-metà. L’aceto combatte molto bene le incrostrazioni di calcare, lo sporco in generale, i batteri e le infezioni. Purtroppo il lato negativo e che il bagno avrà un odore forte dovuto all’aceto, per questo sarà necessario areare bene la stanza dopo il suo utilizzo.

Un’altra opzione è usare dell’ammoniaca disciolta in acqua. In questo caso però è importante proteggere la nostra pelle mentre lo applichiamo.

In ultima analisi, è raccomandabile tenere sempre a portata di mano un panno secco ed evitare di lasciare gocce a seccarsi sul nostro box.

Possiamo garantire che se attenti a tutto quanto detto fin’ora, il tuo box doccia sembrerà come nuovo per molti anni.

NOTA IMPORTANTE: Mediante el envío de mis datos personales confirmo que he leído y acepto los términos y condiciones de venta y la política de privacidad.

Dejar un Comentario